Lazio

Tre giorni tra Toscana e Lazio

Toscana e Lazio. Una pausa perfetta per una gita

Abbiamo scelto alcuni luoghi tra la Toscana e il Lazio se volete prendervi una pausa dal lavoro prima delle grandi ferie!

Prendetevi qualche giorno e godetevi qualche giorno al mare…ma lontano dalle spiagge affollate.

Vi raccontiamo la nostra!

In questo weekend appena passato, abbiamo trascorso 3 giorni tra il Lazio e la Toscana, nei territori di Capalbio e Montalto Marina, tra mare, belle spiagge, giardini, natura; infatti in queste zone potete ammirare vari paesaggi.

Primo giorno: Montalto di Castro – Montalto Marina / Lazio

Partiamo alla volta di Montalto di Castro, provincia di Viterbo, da Roma passando per la via Aurelia.  Distante poche decine di chilometri da Capalbio è un grazioso centro cittadino, confortevole e vicinissimo al mare, dove decidiamo subito di fermarci in un campeggio ben attrezzato per poggiare i nostri bagagli e passare la giornata alla scoperta della adiacente spiaggia!

Dune di sabbia incontaminate, ricche di vegetazione, da fiorellini piccoli e colorati ad arbusti, pinete e sabbia grigia. Potrete fare delle lunghe e rilassanti passeggiate!

Raccomandiamo di non perdervi il tramonto che vi offrirà splendidi colori e non ve ne pentirete, e anche il mare al chiaro di luna: vi guiderà nelle passeggiate romantiche!

 

Secondo giorno: Parco naturalistico di Vulci – Borgo di Pianiano / Lazio

Il giorno seguente partiamo per il Parco Naturalistico Archeologico di Vulci, a 15 minuti di macchina dal centro di Montalto di Castro.

Noi abbiamo fatto il giro del parco in bici! Consigliatissimo, vi permette di coprire più velocemente quei tratti tra un’area archeologica e l’altra.

Cosa vedere qui?

  • Antichi resti etruschi: città etrusco-romana, tombe, mitreo
  • Laghetto del Pellicone
  • Ponte della Badia e il castello medievale

Potrete perdervi all’interno del parco per ore, tra vegetazione rigogliosa, prati dove fare un pic-nic, percorsi lungo il fiume e sentieri che vi portano fino al castello.

 

Terzo giorno: Giardino dei Tarocchi – Capalbio / Toscana

In una piccola frazione di Capalbio, Pescia Fiorentina, troviamo immerso nel verde il Giardino dei Tarocchi!

Raccomandiamo di visitarlo per le sue “opere” presenti, dell’artista Niki de Saint Phalle.

Le opere sono parte del giardino…camminerete tra sculture colorate, case e fontane ricoperte interamente da mosaici.

Mosaici di mille colori, specchi, ceramica…questi sono i materiali che animano il giardino.

Da visitare assolutamente la casa principale: ha delle vere e proprie stanze e arredamenti, interamente ricoperti mosaico a specchio. Milioni di pezzettini ricoprono l’interno e l’esterno.

 

Che dire? Sono trascorsi 3 giorni tra bellezze naturali e artistiche.

Armatevi di macchina fotografica e buon viaggio!

 

 

 

Arco naturale di Ponza | Un posto unico

Bellezze a Ponza – Arco naturale – Latina

Siete a Ponza? State programmando un viaggio proprio in questa bellissima isola? Non può mancare assolutamente, tra i vostri programmi, fare un’escursione lungo tutta la costa dell’isola.

Noi lo abbiamo fatto, con una piccola barca…abbiamo fatto il giro completo!

Tra le varie bellezze, merita un posto unico, l’arco naturale di Ponza! Situato a Est dell’isola, in una piccola insenatura, spunta fuori dall’acqua di un verde limpido questo masso che vi sorprende a prima vista. Sembra un elemento a se, ma legato alla “terra” dalla stessa roccia e composizione. L’acqua è uno specchio traslucido con il riflesso del sole…si vede il fondale perfettamente!

Se la vostra imbarcazione non è troppo grande, potete passare sotto l’arco! Un momento di quasi buio dato dall’ombra della roccia…Et voilà! Vi ritrovate dall’altra parte il sole che vi aspetta.

Mi raccomando fate un tuffo e poi tornate a fare il giro dell’isola.

 

Camelie di Caprarola | Palazzo Farnese in fiore

Camelie in fiore!

Le camelie di Caprarola sono molto particolari e famose. Se vi trovate in questa città dovete andare a vederle, al Palazzo Farnese. Qui troverete un viale (che dall’ingresso dei giardini vi porta al giardino grande) ricco di questi splendidi arbusti pieni di fiori.

Noi di Travel Notes ci siamo stati a fine marzo e ne abbiamo trovati alcuni già fioriti.

Dall’ingresso potete visitare l’interno del palazzo e poi uscire nel giardino. Da qui parte il viale che vi porterà più in alto fino ai giardini e alla dimora di caccia.

Tate una bella passeggiata e ammirate il panorama.